Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Alterele

Voyager 1 Nasa, odissea nello spazio

4 Dicembre 2012 , Scritto da Eleonora Gitto

Voyager 1 Nasa, odissea nello spazio

La sonda Voyager 1 della Nasa in questo momento si trova a diciotto miliardi di km dalla Terra. Raggiunto l’estremo limite del Sistema Solare, sta per entrare nello spazio interstellare e negli annali dell’esplorazione spaziale.

Mentre tutti gli occhi sono puntati su Curiosity che se ne va in giro su Marte alla ricerca di tracce di vita organica o biologica di ogni età o dimensione, Voyager 1, l’altra sonda della Nasa zitta, zitta ha raggiunto distanze mai esplorate prima. Lanciata nel 1977 insieme a Viyager2 per esplorare Giove, Saturno, Urano e Nettuno, adesso si trova a 120 volte la distanza che ci separa dal Sole nella zona denominata “eliopausa”, una sorta di confine dove finisce l’influenza del campo magnetico solare e subentra quella dello spazio profondo. Pensate, i dati che trasmette giungono a noi dopo diciassette ore. Questo significa che Voyager1 si trova su una specie di autostrada magnetica dove transitano in entrata le particelle ad alta energia provenienti dallo spazio interstellare e in uscita quelle spinte dal campo magnetico solare, meno energetiche giacché a tale distanza la sua potenza è più debole. La sonda, secondo gli astrofisici uscirà completamente dal nostro sistema in un periodo compreso tra pochi mesi e un paio d’anni. Nel frattempo studierà questa regione dello spazio ancora tutta da scoprire. Intanto si dirige verso la costellazione dell’Ofiuco alla velocità di 54 mila km/h allontanandosi ogni anno di distanza pari a quattro volte quella terra-sole e raggiungerà la stella più vicina tra quaranta mila anni, transitandole a circa un anno luce di distanza. Si stima che le sue pile le consentiranno di vagare nello spazio interstellare fino al 2025, e fino allora c’è da giurarci che ce ne farà vedere delle belle!

Condividi post

Commenta il post