Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Alterele

Maggio 2013 in compagnia di Saturno

5 Maggio 2013 , Scritto da Eleonora Gitto Con tag #astronomia

Maggio 2013 in compagnia di Saturno

Esattamente il 28 aprile 2013 il pianeta Saturno si è allineato con il Sole e con la Terra. Per tutto il mese di maggio si troverà quindi nelle migliori condizioni di osservazione, culminando a Sud verso l’una di notte.

Il pianeta non sarà molto alto sull'orizzonte, ma in compenso gli anelli avranno un buon angolo di esposizione (19°) rispetto alla nostra visuale e il loro diametro apparente si aggirerà intorno ai quaranta secondi d’arco. Insieme a Saturno potranno essere osservate le meteore Eta Aquaridi e un luminoso terzetto di pianeti che giocheranno a rincorrersi proprio sul finire del mese.

Saturno, dunque, sesto pianeta del Sistema solare in ordine di distanza dal Sole e secondo pianeta più massiccio dopo Giove, sarà il protagonista incontrastato del cielo di maggio. Classificato come gigante gassoso insieme a Giove, Urano e Nettuno, Saturno ha un vistoso sistema di anelli che consiste principalmente in particelle di ghiacci e polveri di silicati. Della sessantina di lune conosciute che orbitano intorno al pianeta, Titano è l'unica luna del Sistema solare ad avere un'atmosfera significativa. Saturno è l'ultimo dei pianeti visibili a occhio nudo ed era conosciuto sin dall'antichità. Il primo astronomo a osservarne la forma peculiare fu Galileo che nel1610 non riuscì a risolvere completamente la figura del pianeta circondato dai suoi anelli (fonte Wikipedia).

In questi giorni, dunque, Saturno con i suoi anelli sarà perfettamente osservabile per tutto il mese e sarà l'unico pianeta in maggio, a essere ben visibile per quasi l'intera notte. Inizialmente si troverà a Sud-Est e poi culminerà a sud nelle ore centrali della notte. Mercurio inizierà invece a fare capolino, avvicinandosi al periodo di miglior visibilità serale previsto per i primi giorni di giugno. Nel frattempo darà spettacolo insieme a Venere e Giove in un terzetto da non perdere.

Condividi post

Commenta il post