Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Alterele

L'OSSERVATORIO ASTRONOMICO FAI DA TE

10 Settembre 2012 , Scritto da Eleonora Gitto Con tag #curiosando

Costruire un Osservatorio Astronomico, sia pur piccolo, richiede tempo, competenza e idee chiare. Ecco qualche idea di base per costruire una piccola specola astronomica.

Innanzitutto, la locazione. Non si può realizzare un osservatorio sotto una serie di lampioni. Il luogo deve essere il più buio possibile, e comunque al riparo fa forti fonti luminose. La scelta del diametro della base della specola, è funzionale alla grandezza del telescopio (in termini di diametro dello specchio principale (riflettore) o della lente (rifrattore). Diciamo che per un piccolo telescopio che va mediamente dai 15 ai 25 cm, è più che sufficiente una base di 2,5-3 metri di diametro.

Vediamo come si procede:

  • 1) Realizzare una colata di cemento per fornire una solida base al tutto.

  • 2) Realizzare una struttura pentagonale o (meglio) esagonale utilizzando assi di legno (anche per risparmiare sui costi). Procedere allacciando le assi a dei pali posti verticalmente e infissi, con stop o quant’altro, al cemento.

  • 3) Sopra le assi, circolarmente andrà installato un binario dove scorreranno dei cuscinetti a sfera.

  • 4) installare sui cuscinetti la cupola vera e propria.

Normalmente in commercio si trovano cupole di vari diametri a dei costi relativamente accessibili, sia in plastica che in altro materiale (ad esempio formica). Qualora decidessimo di costruire la cupola da noi, vista la difficoltà della realizzazione di una struttura sferica, consigliamo di utilizzare disegni e progettazioni che vedano la composizione di più strutture triangolari o poligonali debitamente allacciate insieme. Ovviamente l’apertura sulla cupola (cioè la fessura attraverso la quale guardare col telescopio) deve essere commisurata al diametro dello strumento.

Per i diametri sopra riportati, è sufficiente un'apertura di circa 60-70 cm. Bisognerà comunque pensare a come realizzare la chiusura e l’apertura della fessura (a semplice sportelletto oppure a saracinesca o con altri metodi alternativi lasciati alla fantasia del realizzatore).

Una volta adagiata la cupola sulla struttura tramite i cuscinetti a sfera, la cupola stessa ruoterà a mano, a nostro piacimento, a seconda dell’oggetto da puntare in cielo. Naturalmente esistono sistemi elettronici di rotazione, ma l’installazione di questi sistemi richiede conoscenze tecniche abbastanza complesse e tempi di realizzazione più lunghi. Proprio al centro della struttura così realizzata, andrà fissata la base sulla quale poggiare la testa, “equatoriale” od “altazimutale”, che “reggerà” lo strumento ottico. Visto l’impegno profuso nella realizzazione del piccolo osservatorio, è consigliabile un telescopio di qualità dotato di movimenti e puntamenti elettronici.

Osservatorio Astronomico del Pellegrino

Osservatorio Astronomico del Pellegrino

Condividi post

Commenta il post