Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Alterele

Hubble, a un passo dalla creazione

14 Dicembre 2012 , Scritto da Eleonora Gitto Con tag #astronomia

Hubble, a un passo dalla creazione

Un gruppo di astronomi guidato da Richard Ellis del California Institute of Technology di Pasadena, in California, ha catturato con il telescopio spaziale Hubble della Nasa le immagini delle sette galassie più vecchie dell’Universo.

Nate a poco più di 350 milioni di anni dopo il Big Bang che originò l’Universo circa 13,7 miliardi di anni fa, solo adesso si vede la loro luce che ha impiegato gli stessi anni della creazione per arrivare fino a noi.

E’ stato battezzato Ultra Deep Field 2012 (Campo ultra profondo) il panorama cosmico che comprende queste isole stellari che si sono formate tra 380 milioni e un miliardo di anni. Queste osservazioni hanno evidenziato che risalendo oltre i 450 milioni di anni, le galassie si fanno più rade tanto che si possono vedere solo guardando il cielo nella radiazione infrarossa. In questo modo ci dimostrano come ci avviciniamo sempre più al momento in cui le prime isole stellari si coagulavano. Altra conferma importante è la prova di come l’uscita dall’universo buio quando nessun raggio di luce oltrepassava la nebbia di idrogeno che permeava il vuoto siderale sia stato un processo lento avvenuto tra i 200 milioni e un miliardo di anni fa. Le osservazioni con le microonde avevano, infatti, dimostrato che tale processo, battezzato “ionizzazione”, era iniziato proprio poco dopo il Big Bang.

Grazie, dunque a Hubble che, anche se sta per andare in pensione, ci ha permesso di arrivare a un passo dalla creazione. Il resto del lavoro sarà continuato dal prossimo grande telescopio “James Webb” in costruzione alla Nasa con la collaborazione dell’Esa europea e dell’agenzia spaziale canadese, il cui lancio è previsto nel 2018. Questo nuovo potente telescopio, che ha uno specchio formato a petali che si apriranno nello spazio raggiungendo il diametro di 6,5 metri - quello dello specchio di Hubble è di soli 2,4 metri - scruterà solo nella radiazione infrarossa proprio per scorgere gli oggetti più deboli e lontani come appunto le prime galassie che si sono formate. Supererà limiti che Hubble ha raggiunto ora o potrà conquistare con notevole fatica nei prossimi anni prima di esaurire le sue capacità. Inoltre, per non disturbato in queste delicatissime osservazioni, il “James Webb” sarà collocato lontano dalla Terra a 1,5 milioni di chilometri in un punto chiamato “Lagrange 2”.

Fonte Corriere.it

Condividi post

Commenta il post